Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giorgio Napolitano /  discorso primo mandato

DISCORSO - PRIMO MANDATO

Dichiarazione del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della Visita ufficiale del Presidente della Repubblica di Albania, Bamir Topi


Palazzo del Quirinale, 14/10/2008

DICHIARAZIONE
DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
GIORGIO NAPOLITANO
IN OCCASIONE DELLA VISITA UFFICIALE
DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D'ALBANIA
BAMIR TOPI

Palazzo del Quirinale, 14 ottobre 2008

Abbiamo avuto con il Presidente Topi una conversazione improntata alla più viva cordialità ed amicizia. In effetti, questo rapporto di cordiale amicizia nasce anche da vicende che abbiamo insieme affrontato in anni non lontani. Nella seconda metà degli anni '90 vi sono stati anni difficili per l'Albania, e per i rapporti tra l'Italia e l'Albania, che abbiamo via via superato costruendo un quadro di solide relazioni fra i due Paesi.
Vorrei ricordarlo: di fronte ad un afflusso disordinato di immigrati provenienti dall'Albania, in quegli anni vi furono anche rischi di reazioni sbagliate dell'opinione pubblica italiana nei confronti dell'Albania. Quei rischi li abbiamo evitati, abbiamo lavorato molto insieme, ed oggi la comunità albanese è tra le meglio integrate nel nostro Paese, senza nessuna ombra di pregiudizio e di tensione.
L'Albania è uscita dal suo isolamento attraverso un processo di avvicinamento all'Unione Europea e all'Alleanza Atlantica. L'Italia ha fortemente sostenuto questo avvicinamento. In modo particolare, possiamo salutare il fatto che nel vertice NATO dello scorso aprile si è deciso di aprire i negoziati per l'ingresso dell'Albania come membro dell'Alleanza. E quando dico che l'Italia ha sostenuto questo processo, intendo riferirmi ai governi assai diversi fra di loro che si sono succeduti alla guida del nostro Paese. Una delle costanti, uno degli elementi di continuità della politica estera italiana è stata la politica di fiducia e di amicizia verso l'Albania. Di qui un forte sviluppo nelle relazioni bilaterali in tutti i campi e, in modo particolare, in campo economico. E noi ci auguriamo e siamo sicuri che questa collaborazione, queste relazioni bilaterali si allargheranno e si svilupperanno ulteriormente.
Con il Presidente Topi abbiamo anche discusso problemi di carattere internazionale, con particolare riferimento alla situazione nell'area dei Balcani occidentali. E abbiamo pienamente condiviso l'opinione che tutti i problemi ancora aperti in quell'area, compresi quelli insorti con la dichiarazione di indipendenza del Kosovo, debbano trovare una loro composizione nel quadro europeo, nel quadro di un avvicinamento complessivo dei Balcani occidentali all'Unione Europea.
Infine, abbiamo espresso la stessa fiducia, lo stesso impegno per il rafforzamento dell'unità europea, esprimendo insieme un apprezzamento nettamente positivo sulle recenti prove che ha dato di sé l'Unione Europea con iniziative e decisioni comuni sia dinanzi alla crisi russo-georgiana, sia dinanzi alla crisi finanziaria mondiale.
E su questa strada, Presidente Topi, l'Italia e l'Albania continueranno a lavorare insieme.