Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giorgio Napolitano /  comunicato primo mandato

COMUNICATO - PRIMO MANDATO

Celebrata al Quirinale la "Giornata Internazionale della Donna"

Roma, 8 marzo 2010

C o m u n i c a t o

E' stata celebrata al Palazzo del Quirinale la Giornata Internazionale della Donna, dedicata al tema "Per le donne di domani".

Erano presenti il Ministro per le Pari Opportunità, on. Maria Rosaria Carfagna, il Ministro della Gioventù, on. Giorgia Meloni, la Vice Presidente della Camera dei Deputati, on. Rosy Bindi, la dott.ssa Maria Rita Saulle, della Corte Costituzionale, e numerosi altri rappresentanti delle istituzioni, della politica, delle Forze Armate, della cultura, e della società civile.

Nel corso della cerimonia, condotta da Elsa Di Gati in collegamento con "Cominciamo Bene" di Rai 3, agli interventi dei Ministri Carfagna e Meloni, hanno seguito la lettura di alcuni brani letterari da parte dell'attrice Lunetta Savino, e le testimonianze della sig.ra Teresina Bruno per l'iniziativa "Banca della memoria", e del Ten. Samantha Cristoforetti, prima donna italiana astronauta selezionata dall'Agenzia Spaziale Europea. Il Presidente Napolitano ha quindi pronunciato un discorso.

Successivamente il Capo dello Stato ha consegnato a cinque donne le onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, e ad altrettante ragazze e bambine Attestati d'onore di Alfieri della Repubblica:

Elena Gianini Belotti (Grande Ufficiale) - Per aver stimolato, con il suo saggio "Dalla parte delle bambine", un'importante riflessione sui condizionamenti ambientali a cui le bambine sono sottoposte fin dalla prima infanzia nelle fasi di apprendimento e di socializzazione.

Susanna Graziano (Alfiere della Repubblica) - Per le sue eccezionali doti di altruismo e solidarietà.

Nives Meroi (Commendatore) - Per gli eccezionali traguardi raggiunti nell'alpinismo di alta quota, un'attività che era rimasta a lungo prerogativa maschile.

Roberta Battistoni (Alfiere della Repubblica) - Per la tenacia e la determinazione profuse nel raggiungimento di importanti successi nel campo della ginnastica artistica.

Roberta Cocco (Commendatore) - Per la sua realizzazione professionale e per aver contribuito, con il progetto futuro@lfemminile, alla valorizzazione di strumenti tecnologici utili alle donne nei molteplici ruoli che ricoprono nella vita quotidiana.

Maria Parisi (Alfiere) - Per la passione profusa nel mondo del volontariato che la rendono un giovanissimo esempio di impegno civile.

Beatrice Siri (Cavaliere) - Per la passione e l'impegno profusi in un ambito lavorativo tradizionalmente considerato di pertinenza maschile, quale è l'ingegneria e progettazione navale.

Laura Bortolotto (Alfiere della Repubblica) - Per le sue raffinate qualità di giovane violinista dimostrate in occasione di numerose competizioni nazionali ed internazionali.

Ida Casetti (Cavaliere) - Per la professionalità dimostrata nell'affrontare una situazione di grande pericolo, per il coraggio e la determinazione che l'hanno portata a superare le gravi conseguenze dell'incidente e le hanno consentito di riprendere il servizio attivo come Tenente pilota dell'Aeronautica Militare.

Alice Balbi (Alfiere della Repubblica) - Per le spiccate capacità dimostrate nello studio della chimica, testimoniate dai successi ottenuti in numerose competizioni studentesche.

E' stata inoltre consegnata una targa all'Associazione "Idea Rom" per l'attività volta ad integrare la propria comunità.
La cerimonia si è conclusa con l'esibizione delle ragazze del "Coro delle Voci Bianche" dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Il Presidente Napolitano ha, infine, inaugurato nella Sala delle Bandiere la Mostra "Piccole Donne al Quirinale", selezione di opere appartenenti al Patrimonio artistico della Presidenza della Repubblica.

In precedenza il Presidente Napolitano aveva consegnato la Medaglia d'Oro al Valor Civile alla memoria di Marcella Monini - ritirata dal marito Roberto Baldinelli - con la seguente motivazione: "Con generoso slancio e coraggiosa determinazione non esitava a tuffarsi in mare in soccorso dei figli che stavano per annegare, riuscendo a trarli in salvo. Stremata dallo sforzo veniva travolta dalle onde, perdendo la vita. Nobile esempio di amore materno spinto fino all'estremo sacrificio".

Nell'occasione al Quirinale sono anche state consegnate dal Ministro della Gioventù e dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra, le pergamene ai vincitori della terza edizione del concorso "Donne per le donne" promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione, con l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.