Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giorgio Napolitano /  comunicato primo mandato

COMUNICATO - PRIMO MANDATO

Dichiarazione del Presidente Napolitano sull'esito della riunione straordinaria di Bruxelles sulla situazione in Ossezia

N o t a


Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha rilasciato la seguente dichiarazione sull'esito della riunione del Consiglio delle Relazioni Esterne svoltasi a Bruxelles:

"Nella grave e complessa situazione creatasi in Ossezia del Sud e nei rapporti tra Georgia e Russia, l’Europa ha saputo esprimersi con una sola voce e dare un essenziale contributo di moderazione e di equilibrio. Le conclusioni unanimi cui è giunto il Consiglio per le Relazioni Esterne riunitosi a Bruxelles ne sono testimonianza e costituiscono anche per noi motivo di forte soddisfazione.

Ha aperto la strada a queste conclusioni ed a un rinnovato impegno dell’Unione Europea in una cruciale zona di potenziale conflitto, la missione a Mosca e a Tbilisi del Presidente Sarkozy in quanto Presidente di turno del Consiglio dell’Unione Europea: e desidero far giungere a lui personalmente il nostro vivo compiacimento.

La cessazione definitiva delle ostilità, l’effettivo ritiro delle forze di entrambi i Paesi, l’avvio di una costruttiva ricerca nelle opportune sedi internazionali per nuove garanzie di sicurezza e stabilità nell’Ossezia meridionale e in Abkhazia costituiscono la concreta prospettiva da perseguire fino al potenziamento e allargamento delle forze di peace-keeping nell’area.

E’ da affermarsi il pieno rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale della Georgia anche sulla base dello sviluppo positivo dei rapporti con la Federazione russa, il cui ruolo nell’area richiede di essere riconosciuto ed esercitato con senso di responsabilità e di moderazione, che deve essere comune ad entrambe le parti.

Alle popolazioni duramente colpite esprimo la profonda solidarietà dell’Italia e la sua piena disponibilità a concorrere all’indispensabile aiuto umanitario e sostegno economico".

Roma, 13 agosto 2008

elementi correlati

condividi

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi tramite Email