Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giorgio Napolitano /  comunicato primo mandato

COMUNICATO - PRIMO MANDATO

Lettera al Direttore de "Il Tempo"

N o t a

Il Consigliere del Presidente della Repubblica per la Stampa e l’Informazione ha inviato al Direttore de “Il Tempo”, che l’ha pubblicata nella edizione odierna del quotidiano, la seguente lettera:

“Caro Direttore,

in relazione agli articoli apparsi ieri sul suo giornale, con i titoli “Il Governo si ferma a quota 156” e “Napolitano chiese la maggioranza politica”, vorrei chiarire, anche per evitare che si ripetano interpretazioni equivoche e fuorvianti, l’effettivo significato della dichiarazione resa dal Presidente della Repubblica il 24 febbraio scorso in occasione del rinvio alle Camere del Governo Prodi.

La “verifica attraverso il voto di fiducia, del sostegno anche al Senato della necessaria maggioranza politica” – questa è l’espressione testuale – costituisce soltanto l’ovvio riferimento per il Capo dello Stato nel conferire l’incarico per la formazione di un Governo con una precostituita maggioranza politica, o qualora tale Governo, a seguito di eventuali dimissioni, sia rinviato alle Camere. Quindi, non può costituire criterio giuridico per la sua sopravvivenza.

La “maggioranza politica”, peraltro, non si configura come una maggioranza qualificata, e pertanto non è identificabile al Senato nella quota fissa di 158 voti, ma esclusivamente nella maggioranza dei senatori eletti che partecipano alla votazione.

In ogni caso, la persistenza del rapporto fiduciario non può verificarsi in qualsiasi votazione parlamentare, come chiaramente disposto dall’articolo 94, comma 4, della Costituzione, che così recita: “Il voto contrario di una o d’entrambe le Camere su una proposta del Governo non importa obbligo di dimissioni”.

Sono questi gli esclusivi riferimenti costituzionali della funzione di alta garanzia istituzionale propria del Capo dello Stato”.

Roma, 26 luglio 2007

elementi correlati

condividi

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi tramite Email