Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Oscar Luigi Scalfaro /  discorsi /  messaggio

I PRESIDENTI EMERITI

Oscar Luigi Scàlfaro
Presidente della Repubblica, 1992 - 1999.

Messaggio del Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scàlfaro per l'inizio dell'anno scolastico

 

MESSAGGIO DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

OSCAR LUIGI SCALFARO

PER L'INIZIO DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO

 

Palazzo del Quirinale, 14 settembre 1993

 

BUON ANNO SCOLASTICO A TUTTI!

AUGURI AI DOCENTI E AGLI STUDENTI; AUGURI AGLI AMMINISTRATIVI, AUGURI AI GENITORI.

VORREI RICORDARE IN PARTICOLARE QUEI DOCENTI CHE INIZIANO L'ULTIMO ANNO DI INSEGNAMENTO, PERCHE' RAGGIUNGONO I LIMITI PER LA PENSIONE, E PORTANO CON SE' UN PO' DI MALINCONIA; E QUELLI, GIOVANI, CHE SI ACCINGONO AD AFFRONTARE SCOLARI E STUDENTI PER LA PRIMA VOLTA, E VIVONO CON TREPIDAZIONE QUESTA VIGILIA, NELLA GIOIA DELLA CONQUISTA E NEL TIMORE DELLA GRAVE RESPONSABILITA' DI INSEGNARE E DI EDUCARE, FORMARE.

AUGURI A COLORO CHE VIVONO TRA MILLE CARTE, PUR NECESSARIE PER L'AMMINISTRAZIONE DELLA SCUOLA, TANTE VOLTE IMPEGNATI CON L' INGEGNO E LA VOLONTA' A SUPERARE MANCHEVOLEZZE E DISAGI. 

AUGURI A TUTTI COLORO CHE, NELLE DIVERSE RESPONSABILITA', COLLABORANO PER IL BUON ANDAMENTO DELLA SCUOLA.

AUGURI AI GENITORI, SPECIE A QUELLI PREOCCUPATI NON SOLO PER LO STUDIO, MA PER LA FORMAZIONE DEI PROPRI FIGLIOLI E CHE PARTECIPANO CON INTELLIGENZA E CUORE ALL'OPERA DELICATA E SOLERTE DEGLI INSEGNANTI.

AUGURI A CHI DEVE COLMARE IL VUOTO DI GENITORI IN VARIO MODO ASSENTI, E NE VIVE, CON FATICA ANCHE DOLOROSA, IL DIFFICILE COMPITO.

AUGURI A VOI RAGAZZI! DA CHI INAUGURA LA SUA VITA DI SCOLARO, FINO A CHI, INIZIANDO L'ULTIMO ANNO DI STUDIO, DEVE SAPER SCEGLIERE LA VIA DELL'UNIVERSITA', O DEVE TROVARE UNA OCCUPAZIONE CHE RISPONDA ALLE SUE ATTESE E GIA' NE CONOSCE LE DIFFICOLTA', CHE RENDONO TERRIBILMENTE DIFFICILE L'ATTUARSI DI QUESTA SPERANZA CHE E' DIRITTO DI OGNI PERSONA.

AUGURI SPECIALI A QUELLI DI VOI CHE DEVONO SUPERARE PARTICOLARI DIFFICOLTA' NATURALI, PERCHE' NON DIMENTICHINO MAI CHE LA VOLONTA' FERMA, UNITA ALL'IMPEGNO, SA FAR SUPERARE OGNI PIU' ARDUO OSTACOLO.

AUGURI PROPRIO A TUTTI!

DESIDERO ARRICCHIRE L' AUGURIO DI DUE PENSIERI: LA VITA DELL'UOMO SI MUOVE SUL BINARIO ESSENZIALE DEI DIRITTI, A COMINCIARE DA QUELLI ''INVIOLABILI'', E DEI DOVERI SENZA I QUALI QUEI DIRITTI DIVENTEREBBERO ANNUNZIO SENZA VITA.

TROPPE VOLTE, ANCHE NOI GENITORI, SIAMO PIU' AFFANNATI PER I DIRITTI (ALCUNI PRESUNTI), CHE NON SONO CAPACI DI RICHIAMO AI DOVERI.

IL VOSTRO DOVERE OGGI, GIOVANI, E' QUELLO DI SAPER STUDIARE METTENDOCI TUTTA LA BUONA VOLONTA'; E' IL PROBLEMA PIU' DIFFICILE PERCHE' RICHIEDE IMPEGNO SERIO E PERSEVERANZA.

NON SERVE DARE LA COLPA ALL'INSEGNANTE (E QUALCHE VOLTA PUO' ANCHE ESSER VERO); NON VALE CERCARE SCUSE E SPIEGAZIONI FUORI DI VOI, OCCORRE VERITA' CON SE STESSI: HO FATTO TUTTO IL MIO DOVERE? HO STUDIATO DAVVERO? NON HO TRASCURATO NULLA? E LA RISPOSTA CIASCUNO DEVE DARLA A SE' STESSO.

UNA GIOVANE, UN GIOVANE VIVACI E PIENI D'INGEGNO, SE NON TROVANO IN SE STESSI LA SPINTA DELLA VOLONTA', FINISCONO PER SCIUPARE QUELLE DOTI RICCHE E PREZIOSE.

ALLORA PRIMO IMPEGNO: COMPIERE BENE IL PROPRIO DOVERE E COMPIERLO CON AMORE, CON ENTUSIASMO.

IL DOVERE VISSUTO E ATTUATO CON IL CUORE, PESA MOLTO MENO E FA SUPERARE GLI OSTACOLI: CORAGGIO DUNQUE!

UN SECONDO PENSIERO: NON ARRENDERSI MAI! 

QUANTE VOLTE HO RIPETUTO, E RIPETO OGGI A ME STESSO, CHE L'UNICA VERA SCONFITTA E' QUELLA CHE NOI DIAMO A NOI STESSI QUANDO GETTIAMO LA SPUGNA, QUANDO UNA CADUTA CI AVVILISCE E CI FA STARE AI MARGINI, QUANDO IL NOSTRO ORGOGLIO FERITO NON TROVA UNA BRICIOLA DI UMILTA' PER ACCETTARE LA LEZIONE E RIPRENDERE, CON MAGGIOR FORZA E FEDE, IL CAMMINO.

 

CARI GIOVANI E GIOVANISSIMI, SIATE COLLABORATORI DEI VOSTRI INSEGNANTI, CHE HANNO IL DOVERE DI AIUTARE LA VOSTRA FORMAZIONE PER DIVENTARE DONNE E UOMINI VERI, FORTI NELLA VOLONTA', DETERMINATI NEI VOSTRI COMPITI, CAPACI DI GUARDARE AL MONDO CON TUTTE LE SUE PIAGHE, CON SERENITA', CON CORAGGIO, CON OTTIMISMO.

NON VI E' ERRORE, COLPA, MALE DEI QUALI NON CI SI POSSA RIPRENDERE, SE SI ACCETTA DI AVER SBAGLIATO E SI HA LA FORZA DI GUARDARE AVANTI E DI VOLER VINCERE. 

IMPORTANTE E' RICONOSCERE SEMPRE I PROPRI TORTI ED ESSERE SEGUACI DELLA VERITA' AD OGNI COSTO.

E VI SIA IN VOI ATTENZIONE E PREMURA PER LE MISERIE ALTRUI, PER LE SOFFERENZE ALTRUI, PER LE FATICHE ALTRUI; NON CHIUDETEVI IN VOI STESSI, PARTECIPATE AI DOLORI DEGLI ALTRI, SPECIE DEI VOSTRI COMPAGNI DI STUDIO.

DATE CONSOLAZIONE AI VOSTRI GENITORI E A COLORO CHE SI SACRIFICANO PER VOI. 

E SOPRATTUTTO PORTATE TANTA GIOIA IN QUESTO MONDO CHE, A VOLTE, PARE NON SAPER SORRIDERE PER L' EGOISMO CHE LO MUOVE E LO SOFFOCA.

DUNQUE, PREPARATEVI CON SCRUPOLO E CON RIGORE; NON DIMENTICATE MAI CHE LA COMUNITA' NAZIONALE VI ATTENDE PER PAGINE NUOVE E BELLE NELLA VITA DELLO STATO; SENTITE GIA' OGGI LA RESPONSABILITA' DI ESSERE CITTADINI, CIOE' PARTE VIVA DELLA PATRIA COMUNE; C'E' DAVANTI A VOI UN DOMANI DI PROBITA', DI RESPONSABILITA', DI DOVEROSI IMPEGNI PRIVATI E PUBBLICI.

E VOI DOCENTI SENTITE QUALE ENORME RESPONSABILITA', INSIEME AI GENITORI CHE NE SONO TITOLARI PRIMI, GRAVA SULLA VOSTRA INTELLIGENZA, SULLA VOSTRA COSCIENZA: LO SO CHE QUESTO IMPEGNO SENTITE E VIVETE, MA FATELO CON LA CERTEZZA CHE NON FATICATE MAI INVANO: NULLA DEL VOSTRO LAVORO, DEL VOSTRO STUDIO, DEL VOSTRO INSEGNARE, DELL' AMORE CHE IMPREGNA LA VOSTRA MISSIONE, NULLA VA PERDUTO!

BUON ANNO DUNQUE, CON TUTTO IL CUORE.

 

elementi correlati