Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Sandro Pertini /  discorsi /  messaggio

I PRESIDENTI EMERITI

Sandro Pertini
Presidente della Repubblica, 1978 - 1985.

Messaggio alle Forze Armate per il 2 giugno 1981 Festa Nazionale della Repubblica

 

 

MESSAGGIO DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SANDRO PERTINI

ALLE FORZE ARMATE PER LA

FESTA DELLA REPUBBLICA




Palazzo del Quirinale, 2 giugno 1981


UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI,

SECONDO UNA SIGNIFICATIVA TRADIZIONE IL POPOLO ITALIANO CELEBRA LA FESTA DELLE FORZE ARMATE NEL GIORNO STESSO IN CUI, TRENTACINQUE ANNI OR SONO, NACQUE LA REPUBBLICA.

E' UNA DUPLICE CELEBRAZIONE CHE CONGIUNGE INSIEME UNA DATA FONDAMENTALE DELLA NOSTRA STORIA CON IL RINNOVATO IMPEGNO DI FEDELTA' ALLE ISTITUZIONI DEI SUOI FIGLI IN ARMI.

LO STATO REPUBBLICANO, NATO DALL' EPOPEA DELLA RESISTENZA, DALLE SPERANZE, DALLE ATTESE, DAL GENEROSO SACRIFICIO DELLA PARTE MIGLIORE DI NOI, PONE ALLA SUA BASE IL SISTEMA DEMOCRATICO FONDATO SULLA LIBERTA', SULLA GIUSTIZIA SOCIALE, SUL PROGRESSO CIVILE. IL RIPUDIO DELLA GUERRA COME MEZZO DI OFFESA ALLE ALTRUI LIBERTA' E' CONSEGUENZIALE A QUESTI ALTI PRINCIPI, COSI' COME IL SACRO DOVERE DELLA DIFESA DELLA PATRIA PONE LE FORZE ARMATE A GARANZIA DELLA SUA INTEGRITA' E DELLA SUA INDIPENDENZA .

ANCOR PIU' NECESSARIO QUINDI IL RICHIAMO OGGI ALLA COSCIENZA UNITARIA E DEMOCRATICA, LADDOVE ESISTA UN PERICOLO, FINO A POCO FA PRESENTE ED ORA - GRAZIE ALLA SALDA COSCIENZA DI TUTTO IL POPOLO ED ALLA DEDIZIONE DELLE FORZE DELL'ORDINE - ALLONTANATO MA NON ANCORA SCONFITTO, DI SQUALLIDE MINORANZE TERRORISTICHE CHE MAI PREVARRANNO, SE CIASCUNO SENTIRA' IMPERIOSA IN SE' LA VOCE DEL DOVERE E LA FERMA VOLONTA' DI RESISTENZA ALLA VIOLENZA E ALLA PROVOCAZIONE.

RICORDIAMO IN QUESTO GIORNO ACCANTO ALLA INNUMERE SCHIERA DEI CADUTI LE VITTIME DI TANTO ATROCE ODIO, ACCOMUNANDO IN UN UNICO REVERENTE PENSIERO QUESTI ELETTI DEL SACRIFICIO E DELLA DEDIZIONE ALLA PATRIA.

UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI,

LE FORZE ARMATE SONO NON SOLTANTO UN VALIDO ED EFFICIENTE STRUMENTO PER LA TUTELA DELLA SOVRANITA' DELLO STATO, MA COSTITUISCONO ANCHE UNA GRANDE SCUOLA DI FORMAZIONE CIVILE DEI GIOVANI, CHE NE PREPARA E FAVORISCE L' INSERIMENTO NELLA VIVENTE REALTA' DEL PAESE. TESTIMONIANZA EVIDENTE NE ABBIAMO AVUTA NEI TRAGICI GIORNI DEL SISMA CHE HA FUNESTATO LE TERRE TANTO CARE AL NOSTRO CUORE DELLA CAMPANIA E DELLA BASILICATA. LA MOBILITAZIONE IN UOMINI E MEZZI DELLE FORZE ARMATE, IL LORO INTERVENTO PRONTO ED EFFICACE NELLE ZONE DEL TERREMOTO HA DATO IL SEGNO DI QUANTO PROFONDO SIA IL LEGAME CHE UNISCE I NOSTRI GIOVANI IN ARMI ALLE POPOLAZIONI COLPITE.

E' PERCIO' CON PROFONDO AFFETTO CHE ESPRIMO A VOI TUTTI, IN QUESTA SOLENNE CIRCOSTANZA, LA GRATITUDINE DELLA NAZIONE.

UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI,

FIERI DEL GIURAMENTO DA VOI PRESTATO ALLE LIBERE ISTITUZIONI, CONSAPEVOLI DEL COMPITO ASSEGNATOVI E NEL RICORDO DELLE ALTE TRADIZIONI MILITARI, CELEBRATE CON AUSTERA FIEREZZA LA RICORRENZA ODIERNA SENTENDO VIVA IN VOI LA PRESENZA DELLA PATRIA.

VIVA LA REPUBBLICA!

VIVA L' ITALIA!

 

 

 

 

elementi correlati