Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giovanni Leone /  discorsi /  messaggio

I PRESIDENTI EMERITI


Giovanni Leone
Presidente della Repubblica, 1971 - 1978.

Messaggio del Presidente della Repubblica Giovanni Leone per l'inizio dell'anno scolastico

 

MESSAGGIO DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

GIOVANNI LEONE

PER L'INIZIO DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO

 

Palazzo del Quirinale, 28 settembre 1973

 

IL MIO PRIMO. PENSIERO VA AGLI STUDENTI, A COMINCIARE DAI PIU' PICCOLI, DA QUELLI CIOE' CHE DOMANI PER LA PRIMA VOLTA ENTRERANNO, FORSE SPAURITI, IN UN'AULA SCOLASTICA, PER RISALIRE AI PIU' GRANDI CHE ORAMAI SONO SCALTRITI ALLA VITA DEGLI STUDI, MA SEMPRE ATTIVI, VIVI E INTELLIGENTI.

EBBENE, IO RICORDERO' A VOI STUDENTI, CHE LO STUDIO NON È FINE A SE STESSO. LO STUDIO NON MIRA SOLTANTO AL CONSEGUIMENTO DI UN'APPROVAZIONE O DI UN TITOLO. E ANCHE QUESTO, MA NON È. SOLO QUESTO. LO STUDIO E' ANCHE, E DIREI SOPRATTUTTO, ARRICCHIMENTO DELLA PERSONALITÀ, CIOÈ ACQUISIZIONE DI COGNIZIONI, AFFINAMENTO DELLO SPIRITO. LO STUDIO, INFINE, SERVE COME STRUMENTO PER PREPARARSI A CONQUISTARE NELLA VITA UN POSTO DECOROSO.

E LA SOCIETÀ ITALIANA, CARI GIOVANI, VI ATTENDE AL VARCO, PERCHÈ VI VUOLE PREPARATI E LABORIOSI, CI VIENE PERALTRO, ED E MOTIVO DI ORGOGLIO, DA TANTI PAESI, SOPRATUTTO DA QUELLI CHE CHIAMIAMO "IN VIA DI SVILUPPO". TUTTO CIÒ IN FUNZIONE DI QUESTA SOCIETÀ NUOVA, PRODIGIOSA, PER INVENZIONI, PER PROGRESSI SCIENTIFICI, PER CONQUISTA DI ALTI PENSIERI, PER ALTISSIME FORME TECNICHE.

VOI AVETE TANTE DOMANDE, TANTI PROBLEMI A CUI CHIEDETE UNA RISPOSTA. EBBENE IO RIPETERO' QUELLO CHE HO DETTO IN ALTRE OCCASIONI A VOI. ALCUNE RISPOSTE LE POTRA' E LE DOVRÀ DARE LA SCUOLA, ALTRE LE DARÀ LA FAMIGLIA, ALTRE INFINE LE TROVERETE NEL VOSTRO SPIRITO, NELLA VOSTRA INTELLIGENZA, NEL VOSTRO APPROFONDIMENTO.

ECCOCI ALLORA ALL'OPERA DELLE ALTRE COMPONENTI DELLA VITA DELLA CULTURA DEL FLAESE. E IL MIO PENSIERO VA ALLORA AI DOCENTI, VA CON ANIMO DI COLLEGA, PERCHÈ HO INSEGNATO PER CIRCA 40 ANNI NELLE UNIVERSITÀ ITALIANE.

CONOSCO IL SENSO DI SACRIFICIO, L'ATTACCAMENTO AI GIOVANI, LA CULTURA DEI DOCENTI ITALIANI. ED IO LI SALUTO, A COMINCIARE DAI MAESTRI ELEMENTARI, QUELLI, CHE NOI IDENTIFICHIAMO NEL RICORDO DELLA CARA IMMAGINE PATERNA, DI CHI PER PRIMO CI HA ACCOSTATO AGLI STUDI, PER RISALIRE AI. DOCENTI, AI PROFESSORI DI OGNI ORDINE DI SCUOLA, AI DIRETTORI, AI PRESIDI.

AI DOCENTI OGGI SI CHIEDE PIU' CHE MAI UN'OPERA DIFFICILE, MA CHE SI POTRÀ CONSEGUIRE SOPRATUTTO PER IL LORO SACRIFICIO E PER IL LORO ATTACCAMENTO AL DOVERE. E CIOE' L'ADEGUAMENTO DELLA TRADIZIONE CULTURALE ITALIANA, CHE È UNA TRADIZIONE GLORIOSA, ALLE SVOLTE NUOVE DELLA SOCIETÀ, ALLE ISTANZE NUOVE CHE VENGONO DA. UNA SOCIETÀ IN EVOLUZIONE COSÌ CELERE E COSÌ SOLLECITA. DIREI CHE NOI DOBBIAMO REALIZZARE. IL RINNOVAMENTO NELLA CONTINUITÀ.

E, INFINE, MI RIVOLGO ALLE FAMIGLIE, A VOI GENITORI.

VOI AVETE UN GRANDE COMPITO DA ASSOLVERE. NON BASTA MANDARE I FIGLI A SCUOLA, BISOGNA ACCOMPAGNARLI SULLA VIA DEGLI STUDI, BISOGNA COSTRUIRE GIORNO PER GIORNO IN ESSI LA CONSAPEVOLEZZA CHE;A SCUOLA SI VA NON PER CONQUISTARE UN TITOLO, COME, HO DETTO, MA PER PREPARARSI ALLA VITA.

BISOGNA, QUANDO NE AVETE LE POSSIBILITÀ, AIUTARLI PROPRIO NELL'APPROFONDIMENTO. OCCORRE, INFINE, CHE VOI VI SFORZIATE PER POTER TRARRE DAL COMPLESSO DI PROBLEMI, DI ANSIE, DI ASPETTATIVE, CHE AFFIORANO ALL'ANIMO DEI GIOVANI, QUEI DATI VITALI E QUEI VALORI PERMANENTI SUI QUALI SI PUO' COSTRUIRE IL DESTINO DI UNA CREATURA UMANA.

FAMIGLIA, DOCENTI, STUDENTI, FORMANO UNA SOLA COMUNITÀ. QUESTO È STATO CONSACRATO DI RECENTE IN UNA LEGGE CHE E' IN VIA DI APPLICAZIONE, IN FORZA DELLA QUALE SARETE CHIAMATI TUTTI A COSTITUIRE ORGANI DI GESTIONE DELLA SCUOLA, E SARÀ QUESTA L'OCCASIONE BUONA E FELICE PER POTER REALIZZARE DEFINITIVAMENTE QUELLA TRASFORMAZIONE DELLA SCUOLA IN UNA SCUOLA MODERNA.

MA LA SCUOLA NON E' FATTA SOLTANTO DELL'OPERA INTELLETTUALE DEGLI UOMINI. LA SCUOLA E' FATTA ANCHE DI STRUTTURE. E NOI SIAMO PORTATI SUBITO A PENSARE AI PROBLEMI CONNESSI ALLE STRUTTURE EDILIZIE. EBBENE, SE SU QUESTO PIANO NON SI È REALIZZATO QUELLO CHE TUTTI ABBIAMO COSI' DECISAMENTE SPERATO, IO CREDO CHE SIA DOVUTO IN GRAN PARTE ALL'ORDINAMENTO COMPLESSO E AGGROVIGLIATO, PER CUI VIEN FATTO DI PENSARE ALLA NECESSITÀ DI POTER APPRESTARE UNA RADICALE REVISIONE DI PROCEDURE E DI TEMPI SI' DA IMPEDIRE QUEL MORTIFICANTE FENOMENO DI STANZIAMENTI TALORA IMPONENTI CHE IN UN LUNGO ARCO DI TEMPI NON SI REALIZZANO IN OPERE.

CON QUESTI SENTIMENTI, CON QUESTO AUGURIO, IO SALUTO TUTTI.

SALUTO SOPRATUTTO VOI STUDENTI, VOI GIOVANI, CON LA FIDUCIA, ANZI CON LA CERTEZZA, CHE CON LA VOSTRA INTELLIGENZA, CON LA VOSTRA OPEROSITA', COL VOSTRO ATTACCAMENTO ALLO STUDIO, SAPRETE REALIZZARE UNA SOCIETÀ MIGLIORE.

 

elementi correlati