Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giovanni Leone /  discorsi /  messaggio

I PRESIDENTI EMERITI

Giovanni Leone
Presidente della Repubblica, 1971 - 1978.

Messaggio del Presidente della Repubblica Giovanni Leone per il 4 novembre Festa dell'Unità Nazionale

 

MESSAGGIO DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

GIOVANNI LEONE

PER IL 4 NOVEMBRE

FESTA DELL'UNITA' NAZIONALE

 

Palazzo del Quirinale, 4 novembre 1976

 

UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI DI OGNI ARMA, CORPO E SPECIALITÀ!

IL SALUTO CHE VI RIVOLGO A NOME DELLA NAZIONE IN QUESTA SOLENNE RICORRENZA VUOLE ESPRIMERE LA RICONOSCENZA DI TUTTI GLI ITALIANI PER L'OPERA CHE VOI CITTADINI IN ARMI, COMPITE CON GENEROSITÀ E DEDIZIONE.

LE FORZE ARMATE SONO STRUMENTO ESSENZIALE DELLA SICUREZZA DEL PAESE; E SONO CHIAMATE AD ESPLICARE ANCHE UN'ATTIVA FUNZIONE CIVILE, NELLA QUALE SI MANIFESTA TUTTA LA LORO EFFICIENZA. AL SENSO DI SACRIFICIO DEI SOLDATI - ESPRESSIONE DI QUELLA FRATERNITÀ CHE NEI MOMENTI PIÙ DIFFICILI CONTRASSEGNA L'ANIMA DEL NOSTRO POPOLO - RENDIAMO OMAGGIO SOPRATTUTTO PER LA TESTIMONIANZA OFFERTA, NELLA TRAGEDIA DEL FRIULI, DOVE I NOSTRI GIOVANI IN ARMI E I LORO COMANDANTI HANNO DATO E DANNO PROVA DI ABNEGAZIONE, DI CORAGGIO E DI GRANDE UMANITÀ.

QUESTA CELEBRAZIONE SI COMPIE N UN MOMENTO NEL QUALE GLI ORGANI RESPONSABILI LAVORANO CON DECISIONE PER LA RISOLUZIONE DI UN COMPLESSO DI PROBLEMI CHE RIGUARDANO LA RISTRUTTURAZIONE DELLE FORZE ARMATE, IL RINNOVO DEI MEZZI, LA MIGLIORE PREPARAZIONE TECNICA ED UN SEMPRE MAGGIORE ADEGUAMENTO DEL LORO ORDINAMENTO ALLO SPIRITO DEMOCRATICO DELLA REPUBBLICA. E CI CONSENTE PERCIÒ DI FORMULARE L'AUGURIO CHE TALE OPERA SIA PORTATA SOLLECITAMENTE A COMPIMENTO.

UN PIÙ AMPIO RIFERIMENTO MI PARE NECESSARIO FARE ALLA SITUAZIONE ECONOMICA DE L PAESE, CHE È TUTTORA MOLTO DIFFICILE. SONO CONVINTO CHE LA SUPEREREMO GRADUALMENTE - COS1 COME È ACCADUTO IN PRECEDENTI OCCASIONI - SOLO SE, FERMO RESTANDO L'IMPEGNO DEL GOVERNO E DEL PARLAMENTO DI I ATTENDERE A TUTTE LE INIZIATIVE NECESSARIE, SAPREMO ATTENERCI ALLA ISPIRAZIONE MORALE DELLA NOSTRA AZIONE, CHE È - QUALUNQUE SIA IL RUOLO CHE SI ASSOLVE - QUELLA DI COMPIERE CORAGGIOSAMENTE IL NOSTRO DOVERE.

UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI DI OGNI ARMA, CORPO SPECIALITÀ !

AL GIURAMENTO DI FEDELTÀ ALLA PATRIA CHE, STRETTI INTORNO ALLE VOSTRE BANDIERE, OGGI RINNOVATE RISPONDA IL PROPOSITO CHE CIASCUNO DI NOI - IN UN GIORNO COSÌ RICCO DI MEMORIE E D I EMOZIONI - ASSUME DI FRONTE ALLA PROPRIA COSCIENZA: QUELLO DI SERVIRE CON SEMPRE MAGGIORE DEDIZIONE GLI INTERESSI DELLA NOSTRA PATRIA, CHE VOGLIAMO PIÙ SICURA, PIÙ GIUSTA, PIÙ LIBERA.

VIVA LA REPUBBLICA!

VIVA L'ITALIA!

 

elementi correlati