Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Giovanni Leone /  discorsi /  messaggio

I PRESIDENTI EMERITI

Giovanni Leone
Presidente della Repubblica, 1971 - 1978.

Messaggio del Presidente della Repubblica Giovanni Leone per il 4 novembre Festa dell'Unità Nazionale

 

MESSAGGIO DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

GIOVANNI LEONE

PER IL 4 NOVEMBRE

FESTA DELL'UNITA' NAZIONALE

 

Palazzo del Quirinale, 4 novembre 1975

 

UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI DI OGNI ARMA, CORPO E SPECIALITÀ!

NELLA SOLENNE RICORRENZA DELLA GIORNATA DELLE FORZE ARMATE IL SALUTO CHE RIVOLGO A VOI, A NOME DELLA NAZIONE, VUOLE ESPRIMERE INNANZITUTTO L'APPREZZAMENTO E LA RICONOSCENZA DEL PAESE PER IL SERVIZIO CHE PRESTATE, ASSOLVENDO QUEL DOVERE CHE LA COSTITUZIONE DEFINISCE SACRO.

L'ADEMPIMENTO DI QUESTO DOVERE UNISCE IN UN COMUNE E COSTRUTTIVO IMPEGNO COLORO CHE HANNO DEDICATO LA LORO VITA AL SERVIZIO MILITARE E I GIOVANI CHE SONO ALLE ARMI IN SERVIZIO DI LEVA, UN IMPEGNO CHE VIVE NELLA LUCE DELLE MEMORIE TRISTI E LIETE DELLA NOSTRA STORIA E NELLA VISIONE DELLA PRESENTE REALTÀ DEL PAESE.

E' UNA REALTÀ RICCA DI LIBERTÀ, DI FERMENTI VITALI; UNA REALTÀ FATTA DI ANSIE E DI PREOCCUPAZIONI, MA ANCHE PIENA DI VIVE SPERANZE. QUESTE SONO RIPOSTE NELLA CAPACITÀ CHE IL POPOLO ITALIANO HA DIMOSTRATO IN OGNI TEMPO, SPECIE NEGLI ANNI CHE SONO SEGUITI ALLA IMMANE TRAGEDIA DELLA GUERRA, DI SAPER ATTINGERE DALLE PROFONDE RISORSE DEL SUO SPIRITO LA FORZA PER SUPERARE OGNI AVVERSITÀ. IL PATRIOTTISMO, CHE MILIONI DI ITALIANI DALLE GUERRE DI INDIPENDENZA ALLA RESISTENZA HANNO TESTIMONIATO CON CORAGGIO E CON NUMEROSI ATTI DI EROISMO, OGGI DEVE ESPRIMERSI NELLA AUSPICATA CONCORDIA DEGLI SPIRITI, NELLA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA, NELLA OPEROSITÀ E NELLA COMPRENSIONE DEL DIFFICILE MOMENTO CHE, AL PARI DI ALTRI PAESI, ATTRAVERSA L'ITALIA.

SONO CERTO CHE VOI - CHE NEI REPARTI DELLE FORZE ARMATE RAPPRESENTATE IL POPOLO ITALIANO IN TUTTE LE SUE COMPONENTI E GARANTITE LE ISTITUZIONI DI LIBERTÀ E DI DEMOCRAZIA CHE SONO IL NOSTRO PATRIMONIO PIÙ SALDO - SAPRETE CONTINUARE A DARE QUELL'ESEMPIO DI DEDIZIONE AGLI IDEALI COMUNI IN CUI L'ITALIA SI RICONOSCE, REALIZZANDO COSÌ QUEL PROFONDO COLLEGAMENTO DI ALTO SIGNIFICATO MORALE E POLITICO TRA PAESE E CITTADINI IN ARMI.

SENTIAMO PERTANTO IN QUESTO GIORNO DI ESALTARE INSIEME LE TRADIZIONI PIÙ PURE E VIVE DELLA NOSTRA STORIA NAZIONALE PER TRARNE L'AUSPICIO CHE, IN UN MONDO RICOMPOSTO NELLA PACE E NELLA SOLIDARIETA' TRA I POPOLI, L'ITALIA POSSA SVOLGERE CON SEMPRE MAGGIORE DIGNITA' IL SUO RUOLO DI GRANDE PAESE CIVILE E DEMOCRATICO.


UFFICIALI, SOTTUFFICIALI, GRADUATI E SOLDATI DI OGNI ARMA, CORPO E SPECIALITÀ,

IN QUESTO GIORNO SENTITEVI ANCORA PIÙ FIERI DELLA DIVISA CHE INDOSSATE E DEL COMPITO CUI SIETE CHIAMATI E, INTORNO ALLE VOSTRE BANDIERE, RINSALDATE IN VOI TUTTI QUELLA COESIONE, QUEL CORAGGIO, QUELLA FIDUCIA, CHE DEVONO ESSERE ALLA BASE DEL RINNOVAMENTO E DEL PROGRESSO DI TUTTO IL POPOLO ITALIANO.

VIVA LA REPUBBLICA!

VIVA L'ITALIA!

 

 

elementi correlati