Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  Presidenti /  Francesco Cossiga /  discorsi /  messaggio

I PRESIDENTI EMERITI

Francesco Cossiga
Presidente della Repubblica, 1985 - 1992.

Messaggio del Presidente della Repubblica Francesco Cossiga per l'inizio dell'anno scolastico

 

MESSAGGIO DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

FRANCESCO COSSIGA

PER L'INIZIO DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO

 

Palazzo del Quirinale, 15 settembre 1988

 

ONOREVOLE MINISTRO,

COME E' CONSUETUDINE, DESIDERO ANCHE QUEST'ANNO RIVOLGERE, IN OCCASIONE DELL'APERTURA DELLE SCUOLE, IL MIO SINCERO ED AMICHEVOLE PENSIERO AUGURALE A TUTTI I PROTAGONISTI DI UN EVENTO CHE RIPROPONE DI VOLTA IN VOLTA INTENSE E SEMPRE NUOVE ASPETTATIVE. TUTTI INSIEME, GLI STUDENTI, LE FAMIGLIE, I DOCENTI E COLORO CHE AMMINISTRANO LA SCUOLA, SI ACCINGONO AD INTRAPRENDERE UN COMPITO IMPEGNATIVO ED ESALTANTE, FORIERO DI POSITIVE ED ARRICCHENTI ESPERIENZE.

LE DIFFICOLTA' EMERSE NEL CORSO DEL PRECEDENTE ANNO SCOLASTICO HANNO CONSENTITO DI METTERE IN LUCE LA DETERMINAZIONE, CHIARA E PRESENTE IN TUTTI, DI RENDERE LA SCUOLA ITALIANA CAPACE DI RISPONDERE ALLA PRESSANTE DOMANDA DI FORMAZIONE E DI ISTRUZIONE CHE SALE DALLA NOSTRA SOCIETA', NON MENO CHE DI RECUPERO UN CLIMA DI RINNOVATA FIDUCIA E SERENITA'.

LE MUTATE ED ACCRESCIUTE ESIGENZE DEL MONDO DEL LAVORO E DELLA RICERCA, LO SVILUPPO DELL'ECONOMIA E LA TRASFORMAZIONE STESSA DELLA SOCIETA', VANNO CONFERMANDO, IN SENO ALL'OPINIONE PUBBLICA, NELLE FORZE POLITICHE E SOCIALI, NEL GOVERNO E NEL POPOLO ITALIANO, QUANTO IMPORTANTE SIA, OGGI PIU' CHE MAI, ASSICURARE AI GIOVANI UNA FORMAZIONE CULTURALE E SCIENTIFICA EFFETTIVAMENTE COMMISURATA ALLA COMPLESSITA' DEI SISTEMI DI PRODUZIONE, DI INFORMAZIONE E DI COMUNICAZIONE PROPRI DELLA NOSTRA ERA.

SI TRATTA NON SOLTANTO DI FORNIRE A CIASCUNO LE NOZIONI E GLI STRUMENTI NECESSARI ALLA CONOSCENZA DEL PATRIMONIO DI CULTURA E DI CIVILTA' DEL NOSTRO GRANDE PASSATO.

SI TRATTA ANCHE DI METTERE CIASCUNO IN GRADO DI INTERPRETARE CORRETTAMENTE LA NOSTRA REALTA' SOCIALE E DI MATURARE DENTRO DI SE' QUELLA COSCIENZA CIVICA CHE SOLA PUO' CONSENTIRE AL CITTADINO DI ESERCITARE CONSAPEVOLMENTE E RESPONSABILMENTE I PROPRI DIRITTI ED I PROPRI DOVERI, PARTECIPANDO A PIENO TITOLO ALLA CONVIVENZA COLLETTIVA E CONTRIBUENDO A TUTTE LE DECISIONI CHE RIGUARDANO LA COMUNITA'.

ANCHE NEL MONDO DELLA SCUOLA, GRAZIE ALLA SCUOLA, POTREMO COSI' CONTINUARE A PERCORRERE QUEL CAMMINO DI PROGRESSO E DI CRESCITA CHE HA CARATTERIZZATO LA VICENDA PIU' RECENTE DEL NOSTRO PAESE.

GUARDANDO AL FUTURO, MA SENZA MAI DIMENTICARE IL SUO PASSATO, L'ITALIA POTRA' CONTARE SU UN PATRIMONIO DI ENERGIA MORALE, DI CAPACITA' DI LAVORO, DI INIZIATIVA E DI SACRIFICIO, CHE CONSENTA AL NOSTRO PAESE DI RACCOGLIERE LE GRANDI SFIDE DEL DOMANI.

IN VISTA DEL RAGGIUNGIMENTO DI QUESTO OBIETTIVO, APPARE INDIFFERIBILE UN'OPERA ATTENTA E INTELLIGENTE DI ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE, DEI METODI E DEI CONTENUTI DIDATTICI. NELL'ERA MODERNA, CHE E' L'ERA DELL'INFORMATICA E DELL'AUTOMAZIONE, E' INDISPENSABILE INFATTI COLTIVARE LA PREPARAZIONE E LA DISPONIBILITA' DI UN SEMPRE MAGGIORE NUMERO DI PERSONE MUNITE DELLE QUALIFICAZIONI NECESSARIE AD AFFRONTARE CON PRONTEZZA E CON CAPACITA' TECNICA I PROCESSI DI CAMBIAMENTO.

INVESTIRE NELLA SCUOLA E' INVESTIRE NELLA PIU' IMPORTANTE DELLE RISORSE, QUELLA DELLA PERSONA UMANA, ED E' STIMOLARE SEMPRE DI PIU' LA MATURAZIONE DELLA PROFESSIONALITA' PROIETTATA VERSO IL FUTURO. LA SCUOLA E' L'ISTITUZIONE DELLA SPERANZA, DELL'ITALIA DI DOMANI.

IL NOSTRO FUTURO DIPENDE IN GRAN PARTE DAL MODO IN CUI, IN QUESTA NON FACILE FASE DI CAMBIAMENTO, GLI INSEGNANTI, I GIOVANI E LE LORO FAMIGLIE SAPRANNO VIVERE LA SCUOLA COME COMUNITA', E QUINDI NON SOLTANTO COME LUOGO DI FREDDO E DISTACCATO INSEGNAMENTO ED APPRENDIMENTO, MA ANCHE DI SCAMBIO UMANO E SOCIALE, IN SPIRITO DI SOLIDARIETA' E DI AMICIZIA, CON CORAGGIO, CON INTELLIGENZA E CON FANTASIA.

PROPRIO IN QUESTO SPIRITO, LA VALORIZZAZIONE DEL LAVORO DEI DOCENTI NON POTRA' CHE AGEVOLARE LE FATICHE DEGLI STUDENTI, IN UNA ARMONIOSA E FRUTTUOSA COMBINAZIONE FRA IMPEGNO NELLO STUDIO E DISPONIBILITA' ALLA COMUNICAZIONE E ALLA COMPRENSIONE.

A TUTTI, STUDENTI E INSEGNANTI CHE SI ACCINGONO A QUESTO COMPITO, CONSAPEVOLI DELLE DIFFICOLTA' E DEI SACRIFICI CHE HANNO DINNANZI, DESIDERO FAR GIUNGERE, PER IL SUO CORTESE TRAMITE, IL MIO AUGURIO PIU' SINCERO. E' UN AUGURIO CHE SI ESTENDE A TUTTO IL PERSONALE DELLA SCUOLA, NON MENO CHE ALLE FAMIGLIE, E CHE SI ASSOCIA AL FIDUCIOSO AUSPICIO CHE L'ANNO SCOLASTICO CHE STA PER INIZIARE POSSA RIVELARSI, ANCORA UNA VOLTA, UN PASSO IN AVANTI NEL CAMMINO CHE CI VEDE TUTTI PARTECIPI E RESPONSABILI DELLA CRESCITA CIVILE E CULTURALE DEI GIOVANI, I PROTAGONISTI DEL NOSTRO DOMANI.

 

elementi correlati