Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso: Presidenti /  Ciampi /  discorsi  /  discorso

DISCORSO DEL PRESIDENTE CARLO AZEGLIO CIAMPI

12-09-2003
Dichiarazione del Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, a seguito dell'incontro con il Presidente della Repubblica Araba d'Egitto, Hosny Mubarak.

DICHIARAZIONE STAMPA DEL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
CARLO AZEGLIO CIAMPI
A SEGUITO DELL'INCONTRO CON IL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ARABA D'EGITTO, HOSNY MUBARAK
(Palazzo del Quirinale, 12 settembre 2003)

Rinnovo il mio benvenuto al Presidente Mubarak per questo che è uno dei tanti incontri che abbiamo avuto in questi ultimi quattro anni. Abbiamo parlato, soprattutto, del problema che più ci angoscia che è quello del rapporto Israele - Palestina e vorrei dirvi che siamo convinti che la road map è il solo strumento capace di far prevalere il dialogo e la riconciliazione tra israeliani e palestinesi. La sua applicazione è l'unica via per impedire che la spirale di violenza si accentui con esiti imprevedibili e con nuovi, strazianti lutti.

Il ruolo del Quartetto è fondamentale. Stati Uniti, Unione Europea, Federazione Russa e Nazioni Unite devono intensificare la loro opera: senza indugi. La situazione sul terreno non consente esitazioni. Mi auguro che il nuovo Primo Ministro palestinese riesca a formare presto un governo rappresentativo e capace di bloccare il terrorismo. Mi auguro che Israele si astenga da atti, quali l'allontanamento di Arafat, che porterebbero ad un aggravamento della tensione e prenda provvedimenti che consentano l'accelerazione della realizzazione della road map.

Italia ed Egitto sono due antiche nazioni e due antichissime civiltà mediterranee. Avvertono una responsabilità storica nei confronti della stabilità, del progresso economico, sociale e civile della regione. E' oggi essenziale dar voce alla speranza dei popoli del Mediterraneo, a cominciare da israeliani e palestinesi.

Ho infine invitato il Presidente Mubarak a compiere una visita di Stato in Italia.