Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso: Presidenti /  Ciampi /  discorsi  /  discorso

DISCORSO DEL PRESIDENTE CARLO AZEGLIO CIAMPI

24-05-2001
Intervernto del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in occasione della commemorazione del Prof. Federico Caffé

 



INTERVENTO DEL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
CARLO AZEGLIO CIAMPI
IN OCCASIONE DELLA COMMEMORAZIONE
DEL PROF. FEDERICO CAFFE'

Roma - Università degli Studi "La Sapienza", 24 maggio 2001

 

Il ricordo di Federico Caffè è in me vivo, intenso, profondo, perché so che dobbiamo essergli riconoscenti per quanto egli ci ha dato soprattutto come educatore. Non mi attardo in ricordi personali; ebbi l'occasione di incontrarlo la prima volta agli inizi degli anni '50 e poi dopo una interruzione di alcuni anni, di incontrarlo in Banca d'Italia dove lui continuò a operare per tanti decenni.

Penso che di lui non possa, come contributo a questa giornata, che ripetere quanto ebbi a dire circa tre anni fa alla Università di Roma Tre.

"Federico Caffè era uomo di straordinarie qualità, di indole solitaria ma estremamente disponibile al dialogo, accoppiava orgoglio e modestia. In lui dominava il rigore morale che esercitava in primo luogo verso se stesso e che si manifestava nel rispetto profondo, sostanziale e formale, nei confronti del prossimo, soprattutto il prossimo minore, materialmente o intellettualmente bisognoso.
"Persona generosa, animato da un profondo anelito sociale, spendeva se stesso senza limiti, salvo poi a ritrarsi con subitanea freddezza se avvertiva nel suo interlocutore insincerità d'accento.
"Privilegiava il rapporto con i giovani, i quali, pur sapendolo insegnante severo, ne subivano il fascino. Apprezzavano in lui il grande economista; sentivano in lui lo spessore umano, che ne faceva uno straordinario educatore.
"Se, come è vero, educare significa trasmettere la propria persona, chiunque, coetaneo o più giovane, abbia avuto con Federico Caffè occasione di dialogo, sente che qualcosa di lui oggi è parte viva di se stesso".