Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso: Presidenti /  Ciampi /  comunicati  /  comunicato

COMUNICATO DEL PRESIDENTE CARLO AZEGLIO CIAMPI

06-12-2002
Il Presidente Ciampi ha conferito Onorificenze e Medaglie in occasione della Festività della Madonna di Loreto, Patrona dell'Aeronautica Militare

C o m u n i c a t o

Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, in occasione della celebrazione della Festività della Madonna di Loreto, Patrona dell'Aeronautica Militare, che si svolgerà a Pratica di Mare il 10 dicembre, su proposta del Ministro della Difesa, On. Prof. Antonio Martino, ha conferito le seguenti onorificenze e medaglie:

Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia
Bandiera di Guerra dell'Aeronautica Militare - Chiamata a partecipare all'operazione NATO "Allied Force", L'Aeronautica Militare si proiettava in prima linea nel teatro di operazioni balcanico con coraggio, abnegazione, spirito di sacrificio, senso del dovere e profondo attaccamento alle istituzioni, rinnovando le fulgide tradizioni militari e aviatorie. L'impiego, sovente in condizioni critiche dell'intera struttura operativa e logistica, nonché degli assetti di tutte le specialità, l'ardimento degli equipaggi di volo, la perizia del personale e il generoso impegno profuso dai suoi appartenenti, senza risparmio alcuno di energie, contribuiva in maniera decisiva in un contesto operativo reso difficile non solo dalle condizioni ambientali ma anche dalla complessa situazione socio-politico-militare, al perseguimento degli obiettivi dell'alleanza. Il valore e la dedizioni dimostrata, le hanno valso il plauso e l'ammirazione degli alleati e della comunità internazionale, dando lustro alle Forze Armate e alla Nazione tutta.

Medaglia d'oro al Valor militare
Colonnello Pilota Davide Ignazio Franceschetti - alla memoria - "Ufficiale pilota dalle preclare e consolidate virtù militari e professionali, sempre evidenziate nel corso della sua intensa attività di volo e confermate durante le numerose missioni volate nel corso delle operazioni aeree nell'area balcanica, al rientro da una esercitazione molto impegnativa, strettamente connessa a tali operazioni, valutate responsabilmente le condizioni metereologiche avverse, dava con generoso slancio la precedenza per l'atterraggio ai gregari della sua formazione. Ormai prossimo all'aeroporto, in presenza di gravi problemi di controllo del suo veicolo, conscio di sorvolare una zona densamente abitata, non lo abbandonava per affidare la sua salvezza al paracadute ma poneva tempestivamente in essere azioni e manovre finalizzate a cercare di mantenere la governabilità ed evitare gli altissimi rischi ed i gravissimi danni che sarebbero potuti derivare alla popolazione civile dalla caduta del velivolo. A conferma delle sue capacità di pilota militare, pur in condizioni estremamente critiche, riusciva nel suo generosissimo ed altruistico tentativo di mantenere l'aeromobile in volo per guadagnare il tempo necessario ed indispensabile a scongiurare la caduta incontrollata del velivolo in zona abitata, restando ai suoi comandi con consapevolezza e lucido coraggio, sino ai limiti estremi delle umane capacità. Solo quando il velivolo, fuori dalla zona più densamente abitata, si rendeva totalmente incontrollabile e le possibilità di salvezza personale erano ormai irrimediabilmente compromesse, ne tentava in extremis l'abbandono, perdendo la vita mentre il velivolo impattava al suolo, distruggendosi senza arrecare danni. Fulgido esempio di eccelse capacità professionali, di virtù militari e generoso altruismo, con il suo eroico e nobilissimo comportamento ha dato lustro all'Aeronautica Militare e all'Italia.
Lancenigo (TV), 8 febbraio 2001

Medaglia d'Oro al Valore Aeronautico
Tenente Colonnello Pilota Roberto Vittori - Pilota dell'Aeronautica Militare impiegato in qualità di astronauta e primo cosmonauta italiano su una navicella russa, dopo mesi di duro addestramento, partecipava alla missione spaziale "Marco Polo" con l'obiettivo di raggiungere la stazione spaziale internazionale. Conscio dei rischi e dei pericoli insiti nell'impresa, con estrema perizia e dimostrando una non comune professionalità, è stato responsabile, quale ingegnere di bordo, di gran parte delle attività svolte nella capsula. La sua esperienza di pilota militare gli consentiva di svolgere la missione, incurante delle difficoltà di operare in un ambiente naturalmente difficile all'uomo, nel migliore dei modi riscotendo il plauso ed il massimo apprezzamento dell'Aeronautica Militare, delle più alte cariche dello Stato, nonché della comunità nazionale ed internazionale. Simbolo di fermezza e tenacia, chiarissimo esempio di virtù aviatorie, con il suo operato ha dato lustro ed onore all'Aeronautica Militare ed alla Nazione tutta. Baikonur (Kazakistan) -Stazione Spaziale Internazionale, 25 aprile - 5 maggio 2002 Medaglia d'Argento al Valore Aeronautico Tenente Colonnello Pilota Maurizio Cheli - Ufficiale pilota, è stato il primo Astronauta nella storia dell'Aeronautica Militare partecipando ad un volo di ricerca scientifica a bordo dello Shuttle in qualità di specialista della missione. Pur conscio dei rischi e pericoli insiti in una missione spaziale, eseguiva i delicati compiti affidatigli con determinazione, slancio ed altissima competenza e professionalità che gli valevano l'apprezzamento della pubblica opinione. Con il suo operato ha dato lustro all'Aeronautica Militare ed alla Nazione tutta.
Orbita terrestre, 22 febbraio - 9 marzo 1996

Medaglia d'Argento al Merito Aeronautico
Tenente Colonnello Ludovico Chianese - Capo equipaggio di un elicottero AB 212, durante una missione di addestramento notturno, a seguito di una improvvisa avaria al velivolo, perdeva rapidamente quota finché l'aeromobile impattava la superficie del mare, capovolgendosi immediatamente e restando sostenuto a pelo d'acqua dai galleggianti d'emergenza. Riemerso in superficie, si prodigava senza risparmio alcuno di energia, incurante della fatica e in completa oscurità per mantenere in vita, fino all'arrivo dei soccorsi, il sottufficiale specialista che, a seguito dell'incidente, versava in gravissime condizioni ed era privo di conoscenza. La sua opera proseguiva successivamente in ospedale, restando al fianco del collega durante la degenza. Chiarissimo esempio di dedizione, coraggio, generosità e cameratismo che ha dato lustro e prestigio all'Aeronautica Militare.
Mar Mediterraneo, 18 luglio 2001

Il Presidente Ciampi ha altresì conferito, su proposta del Ministro dell'Interno, On. Dott. Giuseppe Pisanu, la Medaglia d'Oro al Valor Civile al 1° Maresciallo dell'Aeronautica Militare Antonio Pesare, con la seguente motivazione:

"In servizio presso l'infermeria della scuola di addestramento reclute dell'Aeronautica Militare, accortosi che una giovane recluta, affidata alle sue cure, veniva seriamente minacciata dalla incontrollata e violenta furia di un commilitone in preda ad un brutale e devastante raptus di follia, sprezzante del pericolo, con slancio e vigore, interveniva prontamente sottraendo il malcapitato all'attacco, consentendogli di uscire indenne dalla situazione di pericolo. In tale frangente, attirava su se stesso la furiosa aggressione, riportando gravissime lesioni, tra le quali la perdita degli occhi. Fulgido esempio di elette virtù civiche, di altruismo e di incondizionato senso del dovere.
Taranto, 6 marzo 2002

Nell'occasione della cerimonia di Pratica di Mare, il Presidente della Repubblica consegnerà, inoltre, i seguenti Attestati di benemerenza sportiva:

Aviere Capo Marco Corrieri - Atleta di eccezionali doti caratteriali e qualità sportive è riuscito ad affermarsi nell'Atletica Leggera, raggiungendo risultati di straordinario valore nel settore velocità culminati con la conquista, ai recenti Campionati Mondiali Militari, della Medaglia d'Oro nei 200 mt e nella 4x100, gara nella quale veniva stabilito anche il record mondiale militare. Splendido esempio di militare e di atleta il cui generoso impegno dona lustro all'Aeronautica Militare ed all'Italia.

Aviere Scelto Emanuele Di Gregorio - Giovane atleta di eccellenti doti caratteriali e qualità sportive è riuscito ad affermarsi nell'Atletica Leggera, raggiungendo prestigiosi risultati nel settore velocità culminati con la conquista, ai recenti Campionati Mondiali Militari, della Medaglia d'Oro nella 4x100, gara nella quale veniva stabilito anche il record mondiale militare. Splendido esempio di militare e di atleta il cui generoso impegno dona lustro all'Aeronautica Militare ed all'Italia.

Aviere Scelto Luca Pignotti - Giovane atleta di eccellenti doti caratteriali e qualità sportive è riuscito ad affermarsi nella disciplina della Scherma, raggiungendo prestigiosi risultati nella specialità della spada culminati con la conquista, ai recenti Campionati Mondiali Militari, della Medaglia d'Oro a squadre. Splendido esempio di militare e di atleta il cui generoso impegno dona lustro all'Aeronautica Militare ed all'Italia.

Roma, 6 dicembre 2002